Fattoria Didattica

PERCORSO DIDATTICO

“UN GIORNO IN BIOFATTORIA”

Scuola dell’Infanzia – Scuola Primaria – Scuola Secondaria di primo grado

Il percorso didattico “Un giorno in biofattoria” ha come obiettivo di far conoscere agli alunni uno dei mestieri più antichi, quello dell’ “agricoltore.

Osservando e partecipando ai lavori di campagna assaporeremo la salubrità, la genuinità e la semplicità della vita del contadino, conosceremo il lavoro dell’agricoltore ed i valori del mondo rurale.

OBIETTIVI E ATTIVITÀ SVOLTE: Attraverso laboratori didattico-manuali, nell’azienda agricola è possibile svolgere diversi tipi di percorsi che propongono le varie attività stagionali svolte dall’azienda stessa la quale utilizza il metodo di coltivazione biologica.


Dall’ape al miele
(da aprile a giugno)

miele

Questo percorso ha lo scopo di far conoscere il fantastico mondo delle api e la loro incredibile organizzazione nella produzione di miele, polline, cera, pappa reale e propoli.
Si potrà scoprire il ciclo di vita di un’ape e il modo in cui l’apicoltore deve prendersi cura di questo piccolo insetto e dell’alveare.


Dalla spiga al pane e alla pasta
(tutto l’anno)

grano

Partendo dalla semina del grano, ripercorreremo le varie tappe del chicco di grano fino alla sua trasformazione in farina e poi in pane e pasta!
Ciascun allievo, oltre a capire l’origine del pane, che trova sulla propria tavola quotidianamente, avrà quindi l’occasione di impastarlo con le proprie mani.


Dai fiori alle tinte naturali
(da marzo a giugno)

Il fiore, espressione di bellezza…tra mille colori, infiniti profumi e svariate forme… ci permetterà di scoprire come si prepara una tinta naturale per tinteggiare i tessuti.


Dalla terra alla pianta … e dalla terra al vaso d’argilla
(tutto l’anno)

 

La terra non solo per coltivare, nutrire e far crescere la pianta, ma anche per creare oggetti di uso quotidiano di un tempo.
Attraverso la manipolazione dell’argilla grezza, gli alunni potranno dare estro alla propria fantasia cimentandosi nella lavorazione dell’argilla.


La campagna e la regola delle 4R
(tutto l’anno)

In passato la vita in campagna era fondata sull’arte del riciclo e del non spreco.
Nel rispetto della natura, impariamo anche noi a conoscere e a rispettare la regola delle 4R: riduzione dei rifiuti, riutilizzo, riciclo e recupero.


Dalla terra alla tavola
(ottobre, novembre, marzo, aprile, maggio)

ortofrutta

Proveremo l’esperienza della coltivazione di un orto biologico: semina e messa a dimora delle piantine stagionali.
Ogni alunno avrà la possibilità di interrare la propria piantina e, se richiesto, di seguire la crescita nelle sue varie fasi.
Conosceremo varietà e stagionalità di frutta e verdura, le loro caratteristiche nutrizionali e soprattutto l’importanza per una dieta sana ed equilibrata.


Dall’olivo all’olio
(settembre, ottobre, novembre, dicembre, gennaio)

olio

L’obiettivo è imparare a conoscere una delle piante più antiche del mediterraneo: l’olivo, insieme al suo frutto, le olive.
Assisteremo dunque ai vari passaggi necessari alla produzione dell’olio: dalla raccolta in campo, alla spremitura in frantoio utilizzando le antiche molazze.


Dall’uva al vino
(ottobre, novembre)

vino

La partecipazione attiva dei bambini alla raccolta dell’uva, la pigiatura e messa in tino del mosto prodotto per la trasformazione in vino, permetterà la conoscenza della pianta della vite, delle caratteristiche dell’uva, del mosto e del processo di trasformazione.


Il percorso didattico verrà arricchito dalla visita agli animali della fattoria.
La tipologia delle attività di laboratorio varia in base all’ordine e grado di scuola.
TEMPI: Ciascun percorso didattico ha la durata di un’intera giornata (9.30 – 16.00).
PRANZO: Esso prevede la consumazione della merenda, preparata con prodotti aziendali all’arrivo in fattoria, e del pranzo che comprende un pasto a base di penne al pomodoro, cotoletta, patatine, macedonia o dolce, acqua minerale, con riguardo verso gli alunni celiaci o con intolleranze alimentari.
Si assicura la copertura delle spese agli insegnanti accompagnatori nella misura di una gratuità ogni 10 alunni.


LA FATTORIA DIDATTICA ORGANIZZA ANCHE I SEGUENTI PERCORSI:
(scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado).

Il metodo adottato varia in base all’ordine e grado di scuola.


N.1 PERCORSO DIDATTICO “NATALIZIO caratterizzato da due laboratori. Nel primo laboratorio, condotto da un musicista e costruttore di pipite e zampogne, l’obiettivo è la scoperta di antichi strumenti musicali calabresi tipici della nostra tradizione musicale. Questo momento consentirà di osservare come vengono costruite zampogne e pipite, piccoli gioielli dell’artigianato locale, le cui melodiche note musicali ci trasportano nel clima delle pastorali natalizie. Segue una lezione concerto. Nel secondo laboratorio, il vasaio, vista come la figura più antica del presepe, propone le antiche tecniche della lavorazione dell’argilla grezza. Laboratorio didattico per la scuola primaria. Per completare il percorso didattico si organizza la visita presso l’azienda dolciaria Monardo per assistere alla preparazione di prodotti tipici natalizi. Inoltre, si consiglia, la visita al “Museo dei Presepi di tutto il Mondo” di Tropea (particolarmente interessante la riproduzione del primo presepe di San Francesco, del Presepe di casa Cupiello e del Presepe più piccolo al mondo).


N.2 PERCORSO DIDATTICO “UN VIAGGIO NELLA PREISTORIA. La simulazione della vita dell’uomo primitivo consentirà agli alunni di comprendere come l’ominide è diventato homo sapiens e, quindi, come si è adattato sempre di più all’ambiente, evolvendosi e migliorando le abitudini di vita per la lotta alla sopravvivenza. Le varie argomentazioni sono supportate da laboratori operativo-manipolativi guidati da un esperto in “archeologia sperimentale della preistoria” quali: Simulazione della tecnica esecutiva di uno scavo archeologico, osservazione di alcuni fossili preistorici, osservazione e manipolazione di alcuni oggetti e utensili realizzati con i materiali che offriva la natura, riconoscimento dei tipi principali di rocce per la scheggiatura (selce, diaspro, ossidiana) e di alcuni tipi di minerali, tecniche di lavorazione nelle diverse epoche preistoriche quali: scheggiatura della pietra e ottenimento dei chopper e chopping tools, impiego delle schegge e dei nuclei, lavorazione del pellame, lavorazione dell’argilla, lavorazione dei minerali e loro uso per la realizzazione delle tinte naturali (ocre rosse e gialle, gesso, carbone), pittura rupestre, tecniche di accensione del fuoco. Il percorso didattico si completa con la visita guidata presso il museo archeologico di Vibo Valentia.


N.3 PERCORSO DIDATTICO “ARTI E TRADIZIONI DI CALABRIA. Ha come obiettivo la valorizzazione delle arti e tradizioni di Calabria alla scoperta delle nostre radici storiche, artistiche e culturali mediante il supporto di artisti del luogo.

Il vasaio ci farà percorrere un viaggio nel passato assistendo alla riproduzione di vasi antichi realizzati dall’esperto artista, il quale, ispirandosi a tecniche antiche, si accinge a riprodurre qualsiasi tipo di vaso, in modo particolare utensili di uso quotidiano risalenti all’età preistorica e protostorica. Si tratta di originali riproduzioni di suppellettili rinvenuti presso il sito archeologico “Torre Galli” del Comune di Drapia centro abitativo di comunità indigene tra il IX e il V secolo a.C.. Segue laboratorio didattico manuale per gli alunni della scuola dell’infanzia e primaria consistente nella realizzazione di oggetti in argilla grezza.

Il costruttore e maestro di pipite e zampogne, esperto musicista, cultore della musica etnica, la cui sconfinata passione lo ha portato a creare un vero e proprio laboratorio finalizzato alla realizzazione degli strumenti tipici della tradizione musicale calabrese, ci consentirà di osservare come vengono costruite zampogne e pipite. Inoltre, le melodiche note musicali di questi piccoli gioielli dell’artigianato locale, ci trasporteranno nel clima delle tradizioni popolari, quando le pipite e le zampogne allietavano le feste paesane, ma anche quelle più intime, come un fidanzamento, un matrimonio o il fatidico momento della dichiarazione d’amore attraverso la “serenata amorosa”.

Per gli alunni della Scuola Secondaria di primo grado ad indirizzo musicale verrà svolta una lezione-concerto che coinvolgerà attivamente i partecipanti.

Burattinaio: attraverso lo spettacolo del teatro dei burattini, il burattinaio ci consentirà di immergerci in un’atmosfera magica per assaporare la fantasia, la gestualità, l’originalità delle tonalità e modulazioni vocali di un mestiere appartenente ad un’epoca ormai lontana, quando per le vie del paese in festa allietava le feste popolari. Il burattinaio divertirà, commuoverà ed incanterà grandi e piccini.

Raccontastorie: un esperto in “letture animate e recitazione” affronta varie argomentazioni il cui tema può essere proposto anche dagli insegnanti a seconda delle esigenze didattiche relative al percorso di studio.

Si consiglia, inoltre, la visita al museo degli “Antichi Mestieri di Calabria” di Tropea.

STRUTTURA DEL PERCORSO: vasaio + una delle altre tre figure di artisti a scelta.

per info:
Sabrina Parisi: 339.1377000 – 333.1999075


febbraio: 2019
L M M G V S D
« Mar    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728  

Informazioni

© 2007-2019 Società agricola Masseria Caporelli S.N.C. di Gaetano Mercatante
P.Iva 02914840794
Via I° Maggio n° 44, 89851 San Costantino Calabro, VV (Italia)
Leggi l'informativa sulla privacy

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi